MOODBOARD #4

Fashion, La Scuola, moodboard

moodboard 4 da ig

 

Buona domenica, oggi un moodboard concentrato su due tendenze.

Quest’estate torna prepotentemente sulle scene il tie-dye, lo hanno usato in molti.

SORRENTI V3_6.qxd

via Vogue

Il primo rimando è sicuramente a capi un po’ “fricchettoni” e psichedelici: le classiche magliette colorate anni Settanta tornate in voga nei Novanta.  Quest’estate è spesso decontestualizzato: Vogue lo definisce un “tie-dye couture”.
Eh, io ci sono caduta, devo ammetterlo: e via di nodi e tinture.
Storicamente, ha origini antichissime, cito Vogue Encyclo, (vi consiglio la lettura dell’intera pagina è molto interessante):

“Il tie-dye non nasce in America negli anni ’60 ma risale a tempi antichissimi, e insieme ad ornamenti come perline e conchiglie era il modo per decorare lo scarno abbigliamento dei nostri antenati. Un esempio curioso che ne suggerisce l’esistenza in tempi lontani si può ritrovare anche nel Vecchio Testamento”.

Di Valentino, tanto per cambiare, l’interpretazione che prediligo

Valentino-Spring-Summer-2016-Paris-Fashion-Week-37

Valentino-Spring-Summer-2016-Paris-Fashion-Week-38

Valentino-Spring-Summer-2016-Paris-Fashion-Week-40

Pucci l’aveva già riproposto lo scorso anno

10da66ed0e5ea9ac0f7761f8d46b050d

Altuzzarra

1-altuzarra-spring-2016-rtw 5cf7ac4cd90b0799ef5b558d6ed8b6da

E Gucci che per la Cruise 2017 propone la versione jeans

13332890_10154060564966013_3307888494467623262_n 01-gucci-inspired-acid-wash-denim 13342978_10154060563131013_2482265506003466415_n

Autunno-inverno all’insegna delle rouches (io ho passato mesi a farne e ho quasi la nausea, ma si sa, alla moda non si comanda). Le propongono quasi tutte le grandi maison, in decalé rispetto al solito mood delicato e romantico,  come elemento a contrasto sui capi, sproporzionate e iperdecorative. Piacciono.

12744116_10153817428816578_7685523249987268182_n 12734272_10153817427356578_3064252103324687785_n 1532133_10153817428741578_8564315538985670058_n 12745756_10153817431921578_3046889482690412316_n 12745753_10153817432496578_643379077196821079_n

Psycho bon ton da Gucci

13315589_10154060563601013_8665441625188453715_n 13330916_10154060565651013_384594439390562735_n 13310368_10154060565156013_8832401409395341904_n 13344794_10154060562826013_7506457809594325361_n

Più consuete da Chloé

12828370_10156505567990123_814323937725577622_o 12794894_10156505568235123_6881786368620644841_o 12795221_10156505568365123_4889785824590713504_o 12794694_10156505568460123_7256334092647803300_o

Come successe per i Valentini -Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli- un decennio or sono, la critica, autorevole e no, è divisa sull’effettiva genialità di Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci. Come allora, io sono entusiasta dello scarto di traiettoria portata dai giovani designer -ora i Valentini ovviamente sono osannati da tutti, a parte quei pochi che ne hanno parlato talmente tanto male e talmente tanto a lungo, che oramai devono restare fedeli alla linea.

stylecaster-com-710x362

Io, in Alessandro Michele, vedo una bolgia frammentata di suggestioni, fantasia, segni e sogni, immaginari; mi affascina, mi incuriosisce e mi fa pensare -dettagli in questo articolo.
Ché se si hanno idee, anche sconclusionate, disordinate, incongruenti, una destinazione è già scritta.

ANNUNCIO, ANNUNCIO!

Il 24 giugno alle ore 21, al Palazzo della Borsa, adiacente a Piazza De Ferrari, a Genova, in occasione della manifestazione Stile Artigiano, si terrà la sfilata della nostra collezione, che definirei Pre-Fall o Tarda Estate.

Se avete matrimoni ad agosto e settembre, o se volete semplicemente curiosare o supportarci, vi aspettiamo!

13349017_10209793707228434_1056438352_n

MOODBOARD #1

Fashion, moodboard

13281830_10209684365894969_346246198_n

Non ha senso tenere un blog se non aggiornato, fa trascuratezza. D’altro canto per scrivere post esaurienti serve tempo per organizzare le idee, per la ricerca e la stesura. Tempo che in questo momento non c’è.

Che fare allora? Eliminare la sezione?

Così, riflettendoci, mi è sembrato che il modo più agile per continuare ad avere un dialogo via blog è pubblicare quello che durante la settimana salvo nelle mie cartelle d’ispirazione.

Non è un’idea originale, certo, ci sono blogger che lo fanno egregiamente dall’alba del blogging, la mia preferita è Giulia Torelli di Rock’N’Fiocc, che da moltissimi anni con la sua rubrica General Mix of the week ci aggiorna sulle principali tendenze e novità.

La domanda di come si costruisca un immaginario è spesso presente a scuola.

Io trascorro le giornate a caccia, di immagini, di ispirazioni; è un bisogno, una sete.
Ciò che mi ispira può arrivare da svariati ambiti: non solo la moda nel senso stretto -gli abiti, le scarpe, i prodotti di bellezza dei quali sono feticista- ma il cinema, la musica, l’architettura, il design, un panorama, uno scorcio, un sasso. Le epifanie si nascondono ovunque.

Ho pensato di creare una rubrica in cui mostrerò le cose che hanno più attirato la mia attenzione durante la settimana. Una sorta di moodboard mobile, un sunto del mio Pinterest. Per chiacchierare di moda e per mettere ordine nel marasma di suggestioni che mi accompagna.

Iniziamo allora:

Lo stilista Karl Lagerfeld con il nipote e le modelle della sfilata di Chanel all'Avana, Cuba, 3 maggio 2016 (AP Photo/Ramon Espinosa)

(AP Photo/Ramon Espinosa)

Nelle ultime settimane non si è fatto che parlare della “Storica sfilata” di Chanel a L’Avana, che si è tenuta i primi di maggio, in occasione della presentazione della Cruise Collection. Zio Karl ha riportato la Grande Moda a Cuba, da cui era assente dalla rivoluzione del 1959.
In onore dell’evento Vogue ha rispolverato questo servizio fotografico pazzesco di Steve Meisel per Vogue Italia, del Febbraio 1989 –ma Linda Evangelista? Parliamone.

00480fb38513004d5bf5e81def023b46

Linda-Evangelista-Cuban-Girl-Vogue-by-Steven-Meisel-4

LindaEvangelistaCuba4

Potrebbe essere stato scattato oggi, peraltro.

Sempre in tema di revival, e di bellezze, è ufficiale che nel 2017 uscirà il sequel di Twin Peaks. Ovviamente l’aspettativa, per chi come me ha avuto l’adolescenza, e quindi la vita, segnata da questo capolavoro è alle stelle. Attendiamo.

537d75a7d33c1bc9dfc936e0054868e2

Donna, Audrey, e Shelley per una copertina di Rolling Stones dell’epoca.

Pon-pon mania. Purtroppo è una di quelle tendenze diventata immediatamente stucchevole per la troppa esposizione, dai grandi marchi ai cinesi, attraversa trasversalmente l’universo della moda, è ovunque.

Nelle scarpe mi disturbano meno che negli abiti, dove per me hanno il saporaccio del bottone usato a mo’ di decorazione.

 P00163656

Di Aquazzurra, il mio brand favorito di calzature al momento, le più desiderate.

Carine queste del marchio Noi, viste qui a Genova, nel negozio di via Luccoli.

13023704_10153730696025668_320609879_n

Comunque io passo.

Parlando di tendenze che ci accompagneranno per un po’, come già avevo intuito a Milano Unica, dove questo tipo di tessuto era prepotentemente presente nella sezione tendenze ss 2017, i tessuti lurex cangianti, effetto umido, da sirena, anticipati dalle sfilate di questa primavera estate non ci abbandoneranno per un bel po’. Nulla da dire, come si è capito “dammi un po’ di luccichio e fai di me una ragazza felice”.

_CHA0553_20151006140210

Chanel

gucci

attends the "Manus x Machina: Fashion In An Age Of Technology" Costume Institute Gala at Metropolitan Museum of Art on May 2, 2016 in New York City.

Gucci di Alessandro Michele, nella seconda foto insieme a Florence Welch di Florence and the Machine, sua musa -avremo modo di parlare di lui, oh se ne parleremo.

Io mi sono portata avanti con queste due sete di cui sceglierò a breve la destinazione d’uso, una ordinata da una casa inglese Laurent Garigue  conosciuta a Milano Unica, l’altra di Isia Genova.

Luce

Commozione per questo abito di Delpozo che si aggiudica il titolo di “abito della settimana”

13062053_1361648233851115_2807963096975005127_n-1

Oggi dopo pranzo ho rivisto Professione Reporter. Quando si parla di immaginario, non posso fare a meno di pensare quanto io sia debitrice ad Antonioni per il contributo che ha dato al formarsi del mio.

movie-the-passenger-still-mask9

A domenica prossima!