Eclisse- set #1

Fashion, set fotografico, VEZZA boutique

11

ECLISSE

Novembre 2016

Collezione Eclisse di VEZZA è un tributo all’inverno e alla natura addormentata. I colori brillanti e le fantasie vivaci delle precedenti collezioni si eclissano lasciando al loro posto tinte unite in toni freddi e palette neutre. Per contrasto i materiali sono caldi: protagonista assoluta è la lana nelle sue varie lavorazioni. I volumi sono morbidi e avvolgenti. L’atmosfera rarefatta è rotta da due elementi che ricorrono: la manica a campana, elemento festoso conforme allo spirito vintage di VEZZA, e un filo di lurex, un altro nostro elemento distintivo, che qui evoca lo scintillio del ghiaccio e della brina.

Foto di Michele Rava

http://www.rvartstudio.com/

Abiti: VEZZA, collezione Eclisse

Gioielli: Rachele Pozzar Gioielli Volumici

Li AMO

ELENA ASTRICI

GIOIELLI MEDITERRANEI

3 4 5 6 7 9 10

MOODBOARD #5 Amarcord

Fashion, moodboard, Vintage

 

 

MOODBOARD 5

Dopo una pausa data da set, sfilata, fiera e riassesto (oddio quello ancora del tutto non c’è stato) torno con un post moodboard ad alto contenuto amarcord.

Stavo cercando in internet traccia della rivista MODA, quella che era la mia bibbia a fine Ottanta e primi Novanta, quando mi sono resa conto che le fonti erano sporadiche.
A parte un breve accenno sulla pagina di Eri edizioni Rai, dove si afferma

“Negli anni ’80 Rai Eri pubblica le riviste mensili Moda (1983, per lungo tempo leader del segmento femminile) e King (1987, il corrispettivo al maschile di Moda), ormai cessate […] e che venivano realizzate a Milano. King e Moda rappresentano un innovativo sviluppo della formula del magazine, sia per quanto riguarda il linguaggio verbale e la grafica, e sia per i contenuti volutamente ossimorici con la testata, mantenendo uno sguardo ironicamente in controtendenza nei confronti del successo e dei valori del jet-system”

in rete esiste poco altro facile da reperire senza sottoporsi ad estenuanti ricerche.

$(KGrHqYOKioE32f0YpY0BOKSbG37+g--_35

Si sarà capito che ultimamente sto un po’ in fissa con gli anni Novanta, e non solo perché la moda attuale guarda a loro come principale riferimento, o perché io abbia una spiccata predilezione per la mise maglione/animalone grunge + slipdress.

Credo che questa ondata di nostalgia sia da attribuirsi ad altri fattori.
Sono passati vent’anni, e con sufficiente distacco posso permettermi di rimpiangere quella sorta di Golden Age manierista e decadente, dove tutto sembrava, nella sua drammaticità, possibile e facile: sulla testa incombeva il 2000, e si viveva in una specie di frenesia e di elettricità, a cui io attribuisco una valenza propiziatoria. Tutto era intenso e il mondo era ancora grande.
L’altro ragionamento che molto spesso mi sono trovata a fare è che le radici di ognuno stanno nell’epoca in cui esso ha vissuto la sua adolescenza e la sua prima giovinezza: chi ha vissuto questa età negli Anni Sessanta rimarrà sempre “un ragazzo degli anni Sessanta” in un certo senso, come io rimarrò sempre una ragazza degli anni Novanta.

Un decennio infinito nella mia memoria, -i duemila e questa prima metà dei dieci, sono volate via senza quasi lasciar traccia in confronto- ci sono entrata pre-adolescente e ne sono uscita praticamente adulta. È iniziato con Twin Peaks ed è terminato con Showbiz.

Ma torniamo a parlare di moda. Dicevo… mentre cercavo MODA mi sono ricordata delle mie Smemo dei primi anni del liceo che raccoglievano tutti i ritagli della rivista, che in modo ortodosso, seguendo un sacro rituale, plastificavo prima di incollare: un piccolo archivio.

Ho così pensato di regalarvi qualcuna di queste immagini, dove appaiono per lo più le super top model -la mia preferita, prima dell’avvento di Kate era Helena Christensen, che in questo video è da allora per me la pura essenza della bellezza umana-

e editoriali, pubblicità. Risalgono tutte dagli anni che vanno dal ’91 al ’95, quindi pienamente Vintage.

Degne di menzione speciale:

-una Monica Bellucci giovanissima riversa su di una tomba

-un Duca Bianco di giallo contornato

-doppia pagina Jim+Linda: top

-Tyra in una cornice simpsonica (erano adesivi che si trovavano nei chewing gum) che mi fa ridere assai

13275176_10210081878032524_1692816161_o 13589095_10210081882192628_838540958_o 13589169_10210081881912621_371698381_o 13621338_10210081877992523_1414587739_o 13621783_10210081821311106_2131625419_o 13621820_10210081885312706_1509330261_o 13621854_10210081884392683_1537058976_o 13632753_10210081885192703_1630613523_o 13633349_10210081880912596_1941466003_o 13639386_10210081881232604_1556842338_o 13639413_10210081883192653_1816246629_o 13639487_10210081878872545_779191732_o 13639636_10210081884512686_1881968182_o 13646718_10210081880232579_972078676_o 13646820_10210081484222679_1278915168_o (1) 13646921_10210081884832694_144664175_o 13646975_10210081884992698_977025644_o13663358_10210081746549237_1626805956_o 13647065_10210081879272555_1616088638_o 13647215_10210081878232529_1692901954_o 13647244_10210081884192678_455819506_o 13662499_10210081882232629_1790098380_o 13663549_10210081879112551_565232913_o13662583_10210081882552637_1028619953_o

 

Il VINTAGE SECONDO CRISTIANA

Fashion, Vintage

Prima di far partire la nuova rubrica di Cristiana Crisafi , che tratterà di vintage, ho pensato di farle questa piccola intervista per far conoscere qualcosa di più del suo punto di vista sulla moda, sulla sartoria, e ovviamente sul vintage.

Ciao Cristiana, quando hai scoperto la tua passione per i vestiti vintage? Da chi la hai ereditata?  (altro…)